CSPCamp 2010: largo alle idee

CSPCamp 2010: largo alle idee
20 maggio 2010 CSP_admin
In programma il 2 febbraio, alla sua seconda edizione presenta alcune novità e molte nuove idee

Si chiama CSPCamp la versione CSP dell’ormai “tradizionale” barcamp, pensato per favorire la circolazione delle idee tra i ricercatori del nostro centro, ma anche per attingere da queste progetti da sviluppare nel corso dell’anno. Le presentazioni, 20, per oltre 60 relatori, che si svolgono a ciclo continuo nel corso della giornata, non deludono le aspettative. Si spazia dalla gestione di gruppi solidali di acquisto grazie all’uso del paradigma web 2.0, allo sviluppo della “Social Car” dove un dispositivo di riconoscimento facciale sceglie, in base all’umore espresso dal volto dell’automobilista, la musica migliore per accompagnarlo nel suo viaggio, dall’informatizzazione dei processi legati alla donazione del sangue, fino all’energy harvesting, per l’economizzazione dell’energia prodotta in contesti non convenzionali, pensiamo a una palestra, e di difficile immagazzinamento. Anche gli strumenti domestici più comuni sono protagonisti. Il citofono? Può trasformarsi in strumento per permettere all’utente di sapere cosa e’ accaduto in sua assenza; posta o raccomandate riconosciute con un codice a barre e notificate all’utente via mail, visite di amici documentate con un video messaggio. I partecipanti, tutte le persone di CSP, votano i progetti esprimendo il proprio gradimento attraverso nei cartoncini colorati, dal rosso per i grandi entusiasmi, al blu per le passioni più tiepide. Una commissione valuterà poi quali idee sia possibile implementare inserendole così nei piani di ricerca e di attività annuali.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*