Jam Today: un week end a tutto gaming tra conferenze e programmazione no stop

Jam Today: un week end a tutto gaming tra conferenze e programmazione no stop
9 giugno 2014 CSP_admin

L’appuntamento è a Torino dal 13 al 15 giugno

Si chiama game jam, la 48 ore no stop di programmazione dove giovani talenti, professionisti e appassionati spenderanno tutte le loro energie nella creazione di nuovi videogiochi, partendo dalla progettazione per giungere al prodotto finito, pronto per essere giocato. Stesso entusiasmo e passione, ma un punto di vista diverso, è quello che motiva i partecipanti a portare con se sacchi a pelo, pc e snack, per sopravvivere a una maratona che non è solo divertimento.

Tra gli obiettivi dell’iniziativa, parte di Jam Today, un progetto europeo dedicato al game based learning, la metodologia di formazione che include l’uso dei videogiochi, c’è la volontà di coinvolgere i partecipanti in una nuova esperienza vissuta attraverso cultura del gaming, che esce dai confini dell’intrattenimento e diventa professione, contesto culturale, universo di studio, oltre che leva di sviluppo economico. Esistono infatti anche corsi universitari dedicati alla complessa somma di professionalità che permettono di realizzare prodotti capaci di coinvolgere milioni di giocatori in tutto il mondo, con ovvie ricadute economiche in quella che viene definita la gaming industry.

Un universo in evoluzione anche in Italia, dove CSP e il Piemonte sono parte attiva per spingere il sistema delle imprese anche in questa innovativa direzione, grazie alla partecipazione in un progetto europeo dedicato proprio alla gaming industry. Si tratta di Boogames, che venerdì 13 apre la tre giorni torinese con un convegno di approfondimento che metterà a confronto protagonisti della scena politica ed economica locale e ospiti internazionali, a Torino per raccontare la propria esperienza nella costruzione di un distretto economico dedicato al settore.

Una serie di conferenze preparatorie offrono agli aspiranti jammers tutte le informazioni che servono per partecipare alla maratona, da come organizzare il lavoro a come gestire le energie tra sonno e pasti nel corso delle intense ore di sviluppo del loro progetto.

I prossimi appuntamenti sono quindi al Lab di Piazza Vittorio, dove il 10 Giugno si parla di “How to design a serious game”, e si prosegue il 13 Giugno con il workshop dedicato al game based learning, l’apprendimento attraverso il gioco e l’universo del gaming, dal titolo “A gaming culture il growing”, promosso dal progetto europeo BooGames – Boosting the European Games Industry project – in programma presso la sede di I3P – incubatore imprese innovative del Politecnico di Torino – che sostiene l’intera manifestazione con TreataBit, partecipando direttamente all’organizzazione degli eventi.

T-Union, associazione che raggruppa le imprese del distretto torinese del gaming è partner scientifico.

Dove e Quando

10 Giugno, Seminario “How to design a serious game”, Lab, ore 19-20, Piazza Vittorio Veneto 13, Torino.
13 Giugno, Workshop “A gaming culture is growing”, I3P, ore 14.30-18.30, Via Pier Carlo Boggio 59, Torino.
14-15 Giugno, Game jam, I3P, dalle ore 9, Via Pier Carlo Boggio 59, Torino.


Riferimenti

L’agenda
http://jamtoday.csp.it/agenda/

Il progetto europeo sul game based learning
www.jamtoday.eu

Il progetto europeo sulla gaming industry
www.boogames.eu

CSP
www.csp.it

I3P
www.i3p.it

Per CSP – Ufficio Stampa
Maria Costanza Candi
candi@csp.it – 3486096100