Meteo2850 Streaming evento

Meteo2850 Streaming evento
23 marzo 2012 CSP_admin

http://nimbus.csp.it
In occasione della giornata mondiale della meteorologia

Diretta Video 23 marzo 2012 ore 11
Sergio Duretti (CSP) — Presentazione dell’evento
Luca Mercalli (SMI) — Il progetto di monitoraggio glaciologico e meteorologico
Luigi Bonifacino (IREN Energia)
Michele Ottino (Parco Nazionale Gran Paradiso) — L’informazione meteo-ambientale per la ricerca scientifica in area protetta
Andrea Molino (CSP) — L’infrastruttura di trasmissione dati
Per interagire in tempo reale con il team ‘Meteo2850′ durante il web-event del 23 marzo, collegati a:
Twitter, usando l’hashtag #meteo2850
www.facebook.com/smi.nimbus
www.facebook.com/CSPscarl

In occasione della Giornata Mondiale della Meteorologia (www.wmo.ch) la Società Meteorologica Italiana onlus (www.nimbus.it) inaugura la diffusione in rete dei dati della stazione meteorologica installata a quota 2850 m di fronte al Ghiacciaio Ciardoney, Parco Nazionale Gran Paradiso, Val Soana, provincia di Torino.

La stazione automatica, alimentata a celle solari, misura temperatura, umidità relativa, velocità e direzione del vento, radiazione solare, precipitazioni e livello idrometrico del torrente glaciale ed è dotata di webcam. E’ stata installata nel 2010 a fini di ricerca presso un ghiacciaio monitorato dal 1992 nell’ambito del World Glacier Monitoring Service (www.wgms.ch), con finanziamenti provenienti dal 5×1000 e dalla Fondazione CRT e l’appoggio logistico di Iren Energia, che gestisce gli impianti idroelettrici della Valle Orco, della Comunità Montana Valli Orco e Soana nonché dell’Ente Parco Nazionale Gran Paradiso.

La località, impervia e remota, non è servita da alcuna rete di telefonia mobile o radio e i dati erano acquisiti solo due volte all’anno in occasione delle campagne di rilevamento, per questo motivo si è sviluppata la collaborazione con l’organismo di ricerca CSP innovazione nelle ICT, che ha permesso dopo oltre un anno di lavoro di attivare un apposito ripetitore radio wi-fi per connettere la stazione meteorologica alla rete e rendere i dati fruibili quotidianamente al pubblico e ai ricercatori che si occupano di scienze della montagna e cambiamenti climatici.

La scelta di proporre questa inaugurazione attraverso il web è motivata proprio dalla disponibilità delle nuove tecnologie informatiche che permettono di raggiungere un vasto pubblico di utenti e di risparmiare tempo ed energia. Il successo di questa collaborazione si deve alla competenza e professionalità dei tecnici delle strutture coinvolte, dagli ingegneri elettronici agli elicotteristi, che dimostrano come – anche in momenti di difficoltà economica – con impegno e passione si possano offrire servizi di eccellenza alla comunità scientifica e alla società.